Come ottenere uno sfondo sfocato usando il flash

Quando scattiamo con il flash spesso per una corretta esposizione dovremo impostare il diaframma su valori abbastanza chiusi, f/8 o f/11.
Avremo per cui uno sfondo sfocato poco o addirittura nitido quanto il primo piano (ovviamente questo dipende anche dal tipo di focale e della distanza dello sfondo).

Perché con gli speedlight, i flash a slitta per intenderci, spesso la velocità di sincronizzazione massima è su valori massimi di 1/250” o addirittura inferiori 1/200”?

Tutto dipende da come è fatta la macchina fotografica.
Spieghiamo velocemente perché: l’otturatore della nostra reflex è dotato di 2 tendine che, quando scattiamo, passano davanti al sensore lasciando filtrare nello spazio tra di esse la luce che poi impressiona i fotodiodi del sensore.
Questo movimento ha una velocità ed uno spazio minimo tra le due tendine oltre la quale non si può andare per ragioni meccaniche; nei flash da studio può capitare che con scatti oltre 1/200” o 1/250”, nel fotogramma si veda una banda nera lungo tutta la foto, in genere in basso; questo altro non è che la seconda tendina!
I flash a slitta sono limitati elettronicamente dalla fotocamera a seconda della velocità dell’otturatore, in genere tra 1/200” e 1/250”, quindi la banda nera non c’è. Questo limita enormemente le possibilità creative, per cui saremo impossibilitati ad aprire di più il diaframma ed a ridurre oltre ad un certo valore la velocità dell’otturatore.

Come fare per scattare a f/1.8 e avere una profondità di campo ridotta senza sovraesporre completamente l’immagine?

Le soluzioni sono 3:

a) ridurre la potenza del flash al minimo

Potrebbe non essere sufficiente, inoltre spesso il flash viene anche usato come luce di riempimento o di schiarita, per cui può darsi che in esterni non avremo la potenza necessaria per ottenere quello che vogliamo;

b) allontanare il flash

Questa soluzione non sempre può essere adottata, sia per questioni di spazio (immaginate una stanza di piccole dimensioni o una location in cui ci sono degli ostacoli) che per questioni di diffusione della luce: allontanando il flash avremo una diffusione della luce più ampia (ed una luce più dura visto che il punto luce in prospettiva si riduce).

c) utilizzare la funzione disponibile in quasi tutte le reflex e flash a slitta di High-Speed Sync!

Sì, proprio così, nessun trucco, ma solo una funzione delle nostre reflex e di ormai moltissimi flash!
In questo modo saremo svincolati dal dover scattare al massimo a 1/250” e potremo arrivare anche a 1/8.000” (sì, hai letto bene, fino a un ottomillesimo di secondo!) E tutto il discorso sulla seconda tendina? Non comparirebbe in questi scatti?

No. Vediamo perché.
Il flash a slitta per poter scattare con tempi brevissimi (si chiamano appunto speedlight!) non fa solo durare il lampo di meno, ma ne abbassa anche la potenza. In questo modo riesce ad arrivare a velocità del lampo (anche inferiori a 1/30.000 di secondo!), questo permette alla seconda tendina di fare tutto il passaggio sul sensore senza rimanere colpita dalla luce “di coda” del flash.

Così avremo la possibilità di sfocare lo sfondo lasciando il diaframma più aperto.

Le uniche controindicazioni saranno un consumo maggiore delle batterie del flash e una potenza leggermente inferiore del lampo di luce. Inoltre, potendo arrivare a velocità sia del lampo che del flash molto elevate avremo la possibilità di congelare anche il più piccolo movimento o tremolio e potremo recuperare l’eventuale piccola perdita di potenza aumentando il tempo di scatto senza avere mosso.
NB. Bisogna però fare alcune prove per trovare il giusto compromesso tra velocità dell’otturatore, apertura del diaframma e abbassamento di potenza del flash.

2 tips:
1. avendo a disposizione una seconda unità flash, possiamo recuperare con il secondo flash la potenza persa con il primo
2. si possono alzare un po’ gli ISO per recuperare la perdita di “punch” del flash.

Per settare la funzionalità di High-Speed Sync sulla macchina o sul flash fare riferimento al manuale. Settare la funzionalità di High-Speed Sync è un’operazione semplice che può essere attivata rapidamente dal menu della fotocamera o, nel caso di Canon, direttamente sul flash.